Art. 49 Cod. Nav. e sua interpretazione “autentica”: la devoluzione può non essere gratuita (Cass. civ., Sez. I, 14 febbraio 2017, n. 3842) – Morena LUCHETTI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZIONE 1 CIVILE, 14 FEBBRAIO 2017 N. 3842 Art. 49 Cod. Nav. e sua interpretazione “autentica” – La devoluzione può non essere gratuita La pronuncia è di estremo interesse. Apre a riflessioni molteplici, per questo merita puntuale segnalazione, anche, e non ultimo, in considerazione del suo innestarsi nel solco – che più volte ho sottolineato – dell’intrinseca commistione di profili civilistici e pubblicistici nel titolo concessorio. Il Continua la lettura

Concessione nautica da diporto: la procedura competitiva vale anche per pontile galleggiante e approdo turistico (Cons. St., Sez. VI, 3 agosto 2017, n. 3892) – Morena LUCHETTI

CONSIGLIO DI STATO SEZ. VI 3 AGOSTO 2017 N. 3892 Concessione nautica da diporto La procedura competitiva vale anche per pontile galleggiante e approdo turistico Il Consiglio di Stato, sezione VI, nella pronuncia in argomento sottolinea l’obbligo della P.A. di indagare ufficialmente il mercato, prima di assegnare la struttura, al fine di individuare il soggetto che possa subentrare nella gestione della stessa a condizioni migliori di quelle offerte dal precedente Continua la lettura

Contributo di costruzione e oneri di urbanizzazione: quando, come e perché (TAR Sicilia, Palermo, Sez. II, sent. 9-9-2016, n. 2144) – Morena LUCHETTI

Tribunale Amministrativo Regionale SICILIA – Palermo Sezione 2 Sentenza 9.9.2016 n. 2144 Titolo edilizi e opere insistenti su area demaniale marittima Contributo di costruzione e oneri di urbanizzazione: quando, come e perché Che il titolo abilitativo edilizio fosse necessario, in quanto autonomo rispetto alla concessione demaniale marittima, per lo “ius aedificandi” su area demaniale è pacifico. Che lo fosse per interventi costruttivi stabili, con opere infisse al suolo, e per Continua la lettura

Featured

L’art. 1815, 2° co., c.c. opera anche se solo il tasso di mora convenuto supera il tasso soglia – Paola FORMICA

L’art. 1815 2° comma c.c. opera anche se solo il tasso di mora convenuto supera il tasso soglia L’ordinanza della Cassazione dello 04/10/17 chiarisce che il superamento del tasso soglia anche solo per la pattuizione relativa al tasso di mora implica l’applicazione l’art. 1815, co. 2, c.c. che stabilisce che “se sono dovuti interessi usurari, la clausola è nulla e non sono dovuti interessi” e ai sensi dell’art. 1 d.l. Continua la lettura

Featured

Addebito della separazione al marito, anche per un solo episodio di percosse e lesioni alla moglie, da ritenersi di per sé fatto gravemente lesivo della dignità della persona umana (Sent. Trib. Macerata, n. 947/2017 pubbl. il 18/09/2017) – Letizia MURRI

Addebito della separazione al marito, anche per un solo episodio di percosse e lesioni alla moglie, da ritenersi di per sé fatto gravemente lesivo della dignità della persona umana (Sentenza del Tribunale di Macerata, n. 947/2017 pubbl. il 18/09/2017). Interessante pronuncia del Tribunale di Macerata, in materia di separazione dei coniugi, in una situazione in cui le parti avevano formulato reciprocamente una richiesta di addebito della separazione. Nella specie, in Continua la lettura

Tributi locali: quale responsabilità per i coeredi dell’obbligato (Comm. Trib. Prov. Macerata, n. 419/2017 Sez. III, 13.6.2017) – Marisa ABBATANTUONI

Tralasciate le altre questioni, la fattispecie atteneva alla pretesa avanzata dal Comune di Macerata nei confronti di una contribuente per mancato pagamento  TARES  intercorrente nel periodo 28/10/2013 al 31/12/2013. La contribuente era  stata l’unica destinataria dell’avviso di accertamento in quanto erede del proprietario dell’immobile oggetto di obbligazione tributaria. Seppur in presenza di ulteriori eredi l’Ente locale sosteneva la solidarietà passiva dell’imposta, di contrario avviso era la ricorrente che affermava la Continua la lettura

Featured

Quello di cassazione non è un terzo giudizio di merito (nota a Cass. civ., Sez. III, 14-7-2017, n. 17446) – Paolo M. STORANI

di Paolo M. Storani – Talora il ricorrente in cassazione denuncia un insanabile deficit motivazionale della pronuncia di appello e sollecita alla Corte di legittimità di Piazza Cavour lo scrutinio di una nuova valutazione di risultanze di fatto, ormai definitivamente cristallizzate sul piano processuale. Esaminiamo, ad esempio, uno dei principali filamenti della recentissima sentenza (sotto allegata), della Cass. civ., Sez. III, 14 luglio 2017, n. 17446, Pres. Sergio Di Amato e Continua la lettura

Featured

Ricorso per cassazione: attenzione alla procura! (nota a Cass. civ., Sez. VI-L, ord. 26-6-2017, n. 15895) – Paolo M. STORANI

di Paolo M. Storani – Bisogna badare sempre al momento del conferimento del mandato all’avvocato cui la parte non può rilasciare la procura… a futura sconfitta! Lo afferma con lapidaria chiarezza una delle sentenze più sintetiche (il succo sta in una paginetta, in totale, intestazione inclusa, sono due fogli e qualche riga!) e più richiamate della storia di Piazza Cavour, Cass. civ. 13558/2012, depositata il 30 luglio 2012, Pres. Francesco M. Continua la lettura

Quattro chiacchiere sull’assicurazione infortuni presso diverse compagnie (nota a Tribunale Milano, Sez. XII, 27-6-2017, n. 7199) – Paolo M. STORANI

di Paolo M. Storani – Con la sentenza n. 7199 pubblicata in data 27 giugno 2017 il Tribunale di Milano, Sez. XII Civile, affronta la problematica dell’assicurazione infortuni presso diverse compagnie e del mancato avviso di cui all’art. 1910 c.c. da parte del soggetto assicurato. Si tratta di un caso più frequente di quel che a prima vista potrebbe apparire: in che cosa consiste? La stessa persona stipula assicurazioni infortuni Continua la lettura

Featured

L’imputato non poteva deporre ex art. 197, 1° co., c.p.p.: assolto dal reato di falsa testimonianza (Tribunale Macerata, Sez. GIP/GUP, 19-6-2017, Giud. Domenico POTETTI)

La nostra Rivista di Diritto Maceratese ha il piacere di pubblicare un altro caso deciso dal Dott. Domenico Potetti. Buona lettura!   TRIBUNALE DI MACERATA, Sezione GIP/GUP, 19 giugno 2017, Giudice Domenico Potetti, imp. C.M. Nel procedimento penale, la qualifica soggettiva e le conseguenti garanzie difensive del dichiarante non dipendono dal dato formale dell’avvenuta iscrizione del dichiarante stesso nel registro delle notizie di reato, ma dal criterio sostanziale della qualità Continua la lettura